Tutti giù per Terra!

TGPT_sitoPercorso attivo di educazione al rischio sismico

Tutti giù per Terra! è un modo per conoscere i terremoti, per affrontarli meglio.

Tutti giù per Terra! è un’occasione per confrontare con gli altri le proprie esperienze, le proprie paure, i propri pensieri sul terremoto. E’ uno spazio di scoperta dove cercare risposte a fenomeni che, seppure imprevedibili e incontrollabili, possono risultare meno devastanti e spaventosi se compresi e affrontati correttamente.

Il percorso attivo si basa su un approccio fortemente interattivo e partecipativo : il

cuore della progettualità espositiva risiede nella creazione di specifici strumenti-gioco dedicati ai sotto-argomenti individuati nella progettazione del percorso.

I partecipanti, più che semplici visitatori, sono chiamati a sperimentare in prima persona sensazioni ed emozioni legate all’esperienza di un terremoto, a indagare il fenomeno con esperimenti scientifici e a imparare giocando come comportarsi prima, durante e dopo un terremoto.
Cosa si sente durante un terremoto? Cosa si racconta dei terremoti? Perché la terra trema? E, soprattutto, cosa possiamo fare noi?Il progetto Tutti giù per Terra! si

articola in un’ esposizione interattiva (secondo la modalità hands on) e in più laboratori mirati all’approfondimento di competenze specifiche.
La proposta è destinata anzitutto alle scuole (scuola primaria, dagli 8 anni in su;scuola secondaria di primo grado), ma anche a singoli visitatori.Tutti giù per Terra! è stato realizzato, nel progetto Edurisk, per l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e allestito a Bologna, Trieste, Ercolano, Napoli, Città della Scienza, Sarzana (SP); inoltre, con la mostra Terremoti d’Italia promossa dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, il percorso ha visitato e visiterà otto città italiane

che hanno subito terremoti.

Nel 2010 la mostra è stata ricostruita dai ragazzi della scuola Dante Alighieri dell’Aquila. I ragazzi hanno riprodotto alcuni modelli scientifici ed hanno progettato e costruito nuovi modelli, che rappresentassero la loro esperienza del terremoto.
La nuova mostra, il cui valore risiede innanzitutto nel percorso fatto dai ragazzi per dar voce ai loro vissuti e alle loro competenze, è stata proposta dagli stessi ragazzi-autori ai loro compagni e alla cittadinanza.

 

 

 

Lascia un Commento

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>